Fatal flaw - NaNo Blog

Fatal flaw

Cos’è esattamente il fatal flaw? Quali funzioni svolge nella storia? In questo articolo discuteremo di una caratteristica fondamentale che un personaggio deve avere per risultare più “umano” agli occhi dello spettatore.

Il fatal flaw del personaggio

Quando leggiamo oppure guardiamo un film, nel nostro subconscio si innesca una reazione che ci spinge ad empatizzare. La funzione di una storia ben scritta è quella di saper emozionare, ma, soprattutto, di far avvicinare il pubblico ad un personaggio e ad una storia.

Abbiamo discusso più volte del personaggio di una storia CLICCA QUI.

Il fatal flaw altro non è che la debolezza del personaggio. Quest’ultima aiuta la narrazione a mantenere un ritmo incalzante, pone una solida base per degli eventuali conflitti e rende certamente il personaggio più tridimensionale. Il personaggio ha bisogno del suo fatal flaw, è una peculiarità necessaria ed imprescindibile.

Gli ostacoli che il protagonista incontrerà durante il tragitto saranno tanti, però una cosa è sicura: il maggior ostacolo deve essere se stesso. Questo perché nella vita ordinaria, noi tutti ci poniamo dei limiti, che non siamo in grado di gestire il più delle volte. Tali limitazioni scavano nell’animo umano e ci rendono fragili. Entrando in conflitto con noi stessi, ci perdiamo nei nostri pensieri e ci scontriamo con le paure che hanno piantato radici profondi nel nostro animo.

Il compito del personaggio è dunque di valicare queste restrizioni autoimposte e affrontare quello che gli aspetta.

MIA
Magari sono una di quelle che sognano da sempre di farlo, ma resterà in eterno una chimera per me…capisci?! E anche tu l’hai detto che si cresce, che i sogni cambiano, forse vale anche per me, non sarò mai un’attrice e allora mi rimetto a studiare e forse trovo qualcos’altro per cui sono portata. Io me ne sono andata per fare questo! Sono passati sei anni e non ho voglia di farlo più!

SEBASTIAN
Perché?

MIA
Perché cosa?

SEBASTIAN
Perché non hai più voglia di farlo?

MIA
Perché direi che fa un po’ troppo male…

Quindi non sottovalutate il fatal flaw. Esso alzerà la posta in gioco e renderà la storia molto più interessante.

Scrivi una risposta